© rhei srl 2021

Il CRM per incrementare la redditività della customer base

L’iper-profilazione del database permette di generare processi che veicolano ad ogni contatto messaggi appropriati per contesto, momento e canale. Il risultato è il miglioramento sostanziale dei tassi di engagement e di conversione dei canali di vendita. Approfondiamo con un nostro white paper.

Nell’era della customer centricity, costruire una relazione “intima” con il cliente non è più un’opzione. Le aziende hanno l’esigenza di comunicare con il proprio pubblico in modo personalizzato e rilevante per assicurare un’elevata customer experience e posizionare la reputazione del proprio brand. Ma non solo, relazionarsi in modo “intimo” con i propri clienti permette di mantenerli fedeli e costa meno che acquisirne di nuovi.

Per ottenere questi risultati è necessario però conoscere le esigenze e le preferenze di ciascun contatto presente nel database aziendale e organizzare queste informazioni in una Single Customer View che offra una visione data-driven, o come noi preferiamo definire, “story-driven”, olistica e in tempo reale del profilo di ciascun cliente.

Un uso evoluto del CRM consente l’iper-profilazione del database: in base ai dati raccolti e grazie alla Marketing Automation, il CRM invia contenuti personalizzati e propone esperienze di acquisto estremamente mirate perché basate sulle attività che ciascuna persona ha svolto sui canali offline e online dell’azienda.

Il CRM arriva ad una tale sofisticazione da “parlare” in modo individuale a ciascun contatto”

Per spiegare nel dettaglio come questo processo può aver luogo, proponiamo la lettura di una nostra use-case dove, in occasione del Black Friday 2019, abbiamo dato vita per un noto brand di abbigliamento e accessoristica sportiva, una campagna di iper-profilazione che ha permesso l’attivazione di massicce attività di Marketing Automation.

I risultati ottenuti sono stati molteplici:

  • fatturato dieci volte superiore rispetto alla campagna Black Friday 2018;
  • aumento della marginalità delle vendite;
  • ottimizzazione degli investimenti in comunicazione, solitamente onerosi per effetto dell’“affollamento” dei messaggi promozionali tipico degli eventi speciali di breve durata;
  • abbattimento del sales cycle.

Scarica il white paper  “Massimizzare i risultati dell’e-commerce grazie all'iper-profilazione del DataBase”

 

Rimani aggiornato

Se desideri rimanere aggiornato sulle nostre attività, iscriviti alla nostra newsletter!

Leggi anche

f

Dainese spinge l’acceleratore sulla Customer Experience

Le restrizioni imposte dal lockdown hanno convinto l’azienda a sfruttare il digitale per migliorare...

Leggi di più
f

In Woolrich la visita in store migliora la gestione della Customer Experience

Woolrich supera le restrizioni agli ingressi negli store imposte dal Coronavirus grazie a un...

Leggi di più
f

Channel Bridging: operatori sul campo, ambasciatori del brand e consulenti di fiducia

Use Case - Channel Bridging Affiancato da Rhei un importante brand del mercato dei beni durevoli ha...

Leggi di più